Villa Curia: tesoro inestimabile e dimenticato

by Maria Materia on

Si vede appena dalla strada, sbucano sopra le mura che la circondano solamente le cime dei tanti alberi del parco che la avvolge, poco conosciuta dagli stessi catanesi è solo uno dei tesori dimenticati della città di Catania: Villa Curia.

E’ ovviamente chiusa, per cui non mi è stato possibile accedere e verificare le condizioni in cui versa prima di scrivere questo  post,  ma sbirciando dal cancello di Via Curia è evidente l’abbandono e l’incuria che la caratterizzano.

 

Ma cos’è Villa Curia?  E’ la prima casa dei Gesuiti a Catania: esempio di architettura settecentesca edificata nel 1635 fuori le mura della città, sopravvissuta al terremoto del 1693 ma non alla negligenza e all’indifferenza contemporanea.
Villa Curia Catania

La villa ospita (o forse ospitava…) un palmento che sembra sia ormai irriconoscibile a causa di un semi-prefabbricato costruito in epoca più recente. All’interno è presente una tricora di epoca romano imperiale a ridosso dei resti dell’acquedotto romano.

Secondo il rapporto della Sovrintendenza ai Beni Culturali che l’ha visitata qualche anno, a seguito di una denuncia dei vigili urbani, lo stesso affresco di Alfonso Orabona (1870/1874) ha subito pesanti danneggiamenti ad opera dell’umidità.

Ho cercato on line notizie recenti a riguardo, ma ho trovato solo alcuni articoli risalenti al periodo 2012/13, dopo il nulla… sembra che nessuno se ne preoccupi più.

A dire il vero, ho anche letto della presenza di due associazioni animaliste, ma non si capisce se il luogo sia stato o sia ancora un gattile…

villacuriacatania
Una cosa è certa, dall’esterno non si vede alcun movimento che possa dare il sentore del recupero dell’area, si percepisce  esclusivamente l’abbandono.
Come sia possibile che un immobile storico e importante, immerso in un verdeggiante parco all’interno della nostra città rimanga abbandonato a se stesso e dimenticato.

Sentiamo parlare di grandi progetti, di milioni di euro da destinare alla vecchia dogana, al muro del tondo Gioeni, milioni di euro da spendere in opere a mio avviso non così urgenti e nello stesso tempo abbandoniamo nell’oblio la storia della nostra città perdendo una grande occasione: la riqualificazione di un parco arricchito dalla presenza di un antico palazzo che andrebbe trasformato in museo e restituito alla collettività.

 

Share This:

Villa Curia: tesoro inestimabile e dimenticato ultima modifica: 2016-03-18T20:15:00+00:00 da Maria Materia
Villa Curia: tesoro inestimabile e dimenticato ultima modifica: 2016-03-18T20:15:00+00:00 da Maria Materia